Entrare in contatto con il mondo naturale: giocare e sporcarsi

Imbrattarsi mentre si gioca, toccare la terra, la vegetazione ed avere tracce sulla pelle e sui vestiti delle attività col verde, aiuta sopratutto i più piccoli. Insegna alle loro difese immunitarie come funzionare nei confronti degli agenti esterni che possono portare a malattie.

Entrare a contatto con il mondo naturale, sporcarsi le mani, riempire le tasche di sassi e legnetti, infangarsi i piedi, lasciare tracce di erba sui vestiti, è quindi un modo per stimolare il sistema immunitario dei bambini.

Il libro “Let Them Eat Dirt”, scritto da due microbiologi, Marie-Claire e Brett Arrieta Finlay, parla chiaro e tenta di incoraggiare i genitori ad affrontare diversamente la questione dell’igiene dei loro piccoli.

Ogni volta che il sistema immunitario di un bambino incontra un (nuovo) microbo innocuo, impara ad ignorarlo, o almeno a tollerarlo. Se un bambino che cresce, ha limitato l'esposizione ai microbi, gli autori dicono che il loro sistema immunitario rimarrà immaturo.

Inoltre il contatto diretto con la natura, ha indubbi benefici non solo fisici ma anche psicologici.

 

Può coinvolgere tutta la famiglia e permette di:

  •  - Trascorrere del tempo all'esterno incoraggia la produzione di endorfine, i nostri antidolorifici naturali che scatenano sensazioni di benessere.
  • - Stare all'aria aperta aiuta a fissare il nostro orologio biologico e promuove un sonno più riposante.
  • - Possedere un cane - sostengono gli autori -  faccia evolvere il sistema immunitario e insegni a migliorare le sue capacità.
  • - Giocando con materiali naturali, si stimola il potere creativo, perché i bambini sono più propensi a scegliere come utilizzare questi oggetti. Al contrario le loro reazioni sono uniformate, rispetto ai giocattoli pronti e alle istruzioni su schermo (tv, pc).
  • - Giocando all'esterno, immersi nella natura, si infonde rispetto  e l'amore per l'ambiente.

 

Per saperne di più

Mind healing: the psychological benefits of getting dirty

| informazioni tratte dall'articolo " Mind healing: the psychological benefits of getting dirty”| photo author unknown |

Condivi questo post su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn

I commenti sono chiusi